ingredienti

il partner ideale

Una vasta gamma di ingredienti
per l’industria alimentare.

scopri

soluzioni

al servizio del vostro business

La massima affidabilità incontra la personalizzazione:
i prodotti e i servizi tailor made.

scopri

Esteri di Saccarosio: ingredienti funzionali ad alta versatilità

Gli esteri di saccarosio degli acidi grassi, comunemente chiamati sucresteri, sono un’ estensione della gamma  emulsionanti.
Costituiti da saccarosio e acidi grassi commestibili, vengono utilizzati in tantissime applicazioni alimentari, in particolare nei settori bakery, confectionery, desserts, in emulsioni speciali e molto altro ancora.
Gli  esteri  di saccarosio  sono classificati emulsionanti, ma non sono semplicemente emulsionanti, hanno infatti  molte altre proprietà:

  • interazione con gli amidi 
  • cristallizzazione zuccheri
  • interazione con le proteine
  • anti- vischiosità 
  • proprietà areanti 
  • proprietà antimicrobiche

atte a migliorare la produzione e la qualità dei prodotti finite, la freschezza dei prodotti da forno, il sapore di mousse e gelati, la produzione di caramelle gommose e confettate

Aree Applicative

  • Bakery: Biscotti, torte, ripieni  
  • Confectionery: caramelle  gommose, fondente, barrette di cereali
  • Dairy&desserts: gelato, mousse cioccolato, creamer
  • Emulsioni: salse, dressings, pastelle

I benefit degli esteri di saccarosio Sisterna®:

  • Emulsionanti di alta qualità
  • Ampio spettro HLB
  • gusto, odore e colore neutri
  • Solubili in acqua (fredda)
  • Stabili in condizioni UHT 
  • materie prime naturali e rinnovabili
  • Kosher, Halal, non-OGM, vegetariano
  • Acidi grassi trans  (<0.1%)

In Italia i prodotti Sisterna sono distribuiti da Chimab Spa.

Regolamentazione
In Europa gli esteri di saccarosio degli acidi grassi sono compresi nell'allegato II della direttiva 1129/2011 e 1333/2008 sotto la  categoria E473. Tutti i tipi di esteri di saccarosio possono essere dichiarati sotto questo singolo numero E.

scopri

Additivi alimentari: consentito l’utilizzo di specifici additivi alimentari in determinate creme da spalmare a base di frutta e ortaggi e in specifici formaggi stagionati (Regolamenti UE n. 1092/2014 e n. 1093/2014)

La Commissione Europea ha consentito l’impiego di specifici additivi alimentari in determinate creme da spalmare a base di frutta e ortaggi e in specifici formaggi stagionati.

La Commissione Europea, ha modificato la normativa comunitaria che regolamenta la produzione, la commercializzazione e l’utilizzo degli additivi alimentari (2), autorizzando con Regolamento UE:

  • del 16 ottobre 2014 n. 1092 (1), l’impiego delle sostanze aspartame (E 951), neotame (E 961) e sale di aspartame-acesulfame (E 962) in ulteriori creme da spalmare a base di frutta e ortaggi;
  • del 16 ottobre 2014 n. 1093 (1), l’impiego delle sostanze cocciniglia, acido carminico e vari tipi di carminio (E 120), complessi delle clorofille e delle clorofilline con rame (E 141) e annatto, bissina, norbissina (E 160b) e estratto di paprica, capsantina, capsorubina (E 160 c) in ulteriori formaggi stagionati.

Disposizioni previste dal Regolamento UE 16 ottobre 2014 n. 1092
Il Regolamento in questione, nel modificare l’elenco degli additivi alimentari autorizzati e relative condizioni d’uso (3), ha consentito l’impiego nelle creme da spalmare a base di frutta e ortaggi a ridotto apporto energetico, delle sostanze:

  • aspartame (E 951), in concentrazione massima non superiore a 1.000 mg/kg;
  • neotame (E 961), in concentrazione massima non superiore a 32 mg/kg;
  • sale di aspartame-acesulfame (E 962), in concentrazione massima non superiore a 1.000 mg/kg.

Gli additivi in questione possono essere utilizzati anche nei prodotti da spalmare a base di frutta essiccata a ridotto apporto energetico o senza zuccheri aggiunti con le concentrazioni ivi previste.

Disposizioni previste dal Regolamento UE 16 ottobre 2014 n. 1093
Il Regolamento in questione, nel modificare l’elenco degli additivi alimentari autorizzati e relative condizioni d’uso (4), ha consentito l’impiego della sostanza:

  • cocciniglia, acido carminico, vari tipi di carminio (E 120) nel formaggio al pesto rosso, in concentrazione massima non superiore a 125 mg/kg. L’additivo in questione è stato autorizzato in precedenza a essere utilizzato nel formaggio marmorizzato rosso con la concentrazione ivi prevista;
  • complessi delle clorofille e delle clorofilline con rame (E 141), nel formaggio al pesto rosso e verde, nel formaggio al wasabi e nel formaggio marmorizzato verde alle erbe, in concentrazione quantum satis. L’additivo in questione è stato autorizzato in precedenza a essere utilizzato nel formaggio sage derby con la concentrazione ivi prevista;
  • annatto, bissina, norbissina (E 160b), nel formaggio al pesto rosso e verde, in concentrazione massima non superiore a 15 mg/kg. L’additivo in questione è stato autorizzato in precedenza a essere utilizzato nel formaggio stagionato arancione, giallo e di colore biancastro con la concentrazione ivi prevista;
  • estratto di paprica, capsantina, capsorubina (E 160 c), nel formaggio al pesto rosso, in concentrazione quantum satis. L’additivo in questione è stato autorizzato in precedenza a essere utilizzato nel formaggio stagionato arancione, giallo e di colore biancastro con la concentrazione ivi prevista.

Note
(1) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea serie L n. 299 del 17 ottobre 2014.
(2) di cui al Regolamento CE n. 1333/2008.
(3) di cui all’allegato II, parte E, categoria 04.2.5.3 (altre creme da spalmare analoghe a base di frutta e ortaggi) del Regolamento CE n. 1333/2008.
(4) di cui all’allegato II, parte E, categoria 01.7.2 (formaggio stagionato), del Regolamento CE n. 1333/2008.

scopri