Soluzioni personalizzate per l’industria molitoria, della panificazione e dei prodotti da forno

Soluzioni ingredientistiche per l’industria delle carni trasformate

Ingredienti e soluzioni per gastronomia industriale, snack e piatti pronti

Ingredienti e soluzioni per gelato e frozen desserts

Ingredienti funzionali per la nutrizione e la farmaceutica

VISIT US AT

Fiera Milano
29 Maggio - 1 Giugno

Hall 2
Stand B35

ingredienti

il partner ideale

Una vasta gamma di ingredienti
per l’industria alimentare.

scopri

soluzioni

al servizio del vostro business

La massima affidabilità incontra la personalizzazione:
i prodotti e i servizi tailor made.

scopri

Regolamento UE n. 2018/681 - Additivi alimentari: modificati i requisiti di purezza dell’additivo copolimero a innesto di alcole polivinilico-polietilenglicole (E 1209)

La Commissione Europea ha modificato i requisiti di purezza relativi all’etilenglicole e al dietilenglicole dell’additivo E 1209 copolimero a innesto di alcole polivinilico-polietilenglicole.

APPROFONDIMENTI
La Commissione Europea, con il Regolamento UE del 4 maggio 2018 n. 681, ha modificato nella normativa comunitaria che regolamenta le specifiche tecniche degli additivi alimentari, i requisiti di purezza dell’additivo E 1209 copolimero a innesto di alcole polivinilico-polietilenglicole.

Il Regolamento entra in vigore il 27 maggio 2018.

Disposizioni previste dal Regolamento UE n. 2018/681

In vista del fatto che:

  • la normativa che regolamenta gli additivi alimentari, prevede la possibilità di poter modificare le specifiche tecniche di detti prodotti, sulla base di apposita richiesta da parte del produttore;
  • l’additivo alimentare E 1209 copolimero a innesto di alcole polivinilico-polietilenglicole è stato autorizzato:

-) secondo le relative specifiche tecniche;
-) ad essere utilizzato negli integratori alimentari in forma solida, comprese capsule, compresse e simili, tranne le pastiglie da masticare, in quantità massima ammessa di 100 000 mg/kg;

  • è stata presentata domanda di modifica dei requisiti di purezza relativi all’etilenglicole e al dietilenglicole che l’additivo in questione deve possedere per essere commercializzato;
  • l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, a fronte della domanda pervenuta, ha effettuato una specifica valutazione concludendo che le modifiche proposte per l’additivo alimentare in questione non presentano problemi di sicurezza;

la Commissione europea, con il Regolamento in questione, nel modificare le disposizioni relative alle specifiche degli additivi alimentari ha:

  • cambiato i riferimenti dei requisiti di purezza relativi all’etilenglicole e al dietilenglicole con l’indicazione del clicoli etilenici (mono- e di-);
  • modificato la quantità massima consentita di “pari o inferiore a 50 mg/kg” relativi all’etilenglicole e al dietilenglicole con “non più di 400 mg/kg (singolarmente o in combinazione)” della sostanza clicoli etilenici (mono- e di-).

scopri

Regolamento n. 2018/678 - Aromi: confermato l’impiego negli alimenti di nove sostanze autorizzate provvisoriamente e corretti gli errori relativi a due sostanze

La Commissione Europea ha:

  • confermato l’utilizzo di nove sostanze autorizzate provvisoriamente, a seguito del fatto che l’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha terminato la relativa valutazione e ha concluso che, tali sostanze aromatizzanti, non destano preoccupazioni in materia di sicurezza ai livelli di assunzione alimentare stimati;
  • ha disposto la correzione degli errori presenti per due sostanze.

APPROFONDIMENTI

La Commissione Europea, con Regolamento UE del 3 maggio 2018 n. 678, ha modificato la normativa comunitaria che regolamenta la produzione, la commercializzazione e l’utilizzo degli aromi e degli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti destinati a essere utilizzati negli e sugli alimenti additivi alimentari:

  • confermando l’impiego di nove sostanze autorizzate provvisoriamente in precedenza;
  • correggendo gli errori relativi a due sostanze.

Il Regolamento entra in vigore il 24 maggio 2018.

Disposizioni previste dal Regolamento UE n. 2018/678

In vista del fatto che l’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha:

  • portato a termine la valutazione di nove sostanze attualmente figuranti nell’elenco quali sostanze aromatizzanti in corso di valutazione;
  • concluso che tali sostanze aromatizzanti non destano preoccupazioni in materia di sicurezza ai livelli di assunzione alimentare stimati,

la Commissione Europea ha modificato la normativa comunitaria che regolamenta la produzione, la commercializzazione e l’utilizzo degli aromi e degli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti togliendo l’indicazione che le sostanza di seguito riportate sono state autorizzate provvisoriamente.

Le sostanze che hanno ottenuto la conferma sono:

  • acetato di 2,6-dimetil- 2,5,7-ottatrien-1-olo (numero d’identificazione 09.931);
  • 3-(5-metil-2-furil)butanalee (numero d’identificazione 13.058);
  • 5-metil-2-tiofencarbaldeide (numero d’identificazione 15.004);
  • 4,6-dimetil-2-(1-metiletil) diidro-1,3,5-ditiazina (numero d’identificazione 15.057);
  • 2-isobutildiidro-4,6-dimetil-1,3,5-ditiazina (numero d’identificazione 15.079);
  • 2,4,6-trimetildiidro- 1,3,5(4H)-ditiazina (numero d’identificazione 15.109);
  • 5,6-diidro-2,4,6-tris(2- metilpropil)4H-1,3,5-ditiazina (numero d’identificazione 15.113);
  • 3-(3,4-dimetossifenil)-N- [2-(3,4-dimetossifenil)- etil]-acrilamide (numero d’identificazione 16.090);
  • glicina, N-[[(1R,2S,5R)-5- metil-2-(1-metiletil)cicloesil]carbonil]-, etil estere (numero d’identificazione 16.111).

Infine il Regolamento in questione ha corretto, nella normativa comunitaria che regolamenta la produzione, la commercializzazione e l’utilizzo degli aromi e degli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti :

  • il nome della sostanza avente numero d’identificazione 12.054, da 2-(etiltio)fenolo a 2-etiltiofenolo;
  • in numero di identificazione CAS della sostanza 17.038 - gamma-glutamil-valil-glicina, da 338837-70-6 a 38837-70-6.

scopri